lunedì 29 giugno 2020

Anda Gyoza

Nonostante fosse mezzogiorno già c’era coda. L’informazione l’avevo trovata il mattino  consultando una vecchia rivista che pubblicizzava i locali Michelin con prezzi modici a pranzo. Il tempo mi ha aiutato a decidere: c’era il sole e sbrigato il pasto potevo raggiungere comodamente dal ristorante il santuario Meiji-Jingu per una passeggiata fra le fronde ombrose dei suoi alberi. Yoyogi-Uehara non è il mio quartiere preferito perchè a giustificare la vicinanza del parco, tutta la zona è stata vittima di una cementificazione feroce e indiscriminata: speravo però che a godere sarebbe stato il palato e alla vista la gratificazione sarebbe giunta dopo, disteso su un prato verde a guardare il cielo. Il ristorante serve ravioli cinesi al vapore (饺子, jiazi, in cinese 水餃子 suigyoza, in giapponese) con zuppa e riso. L’atmosfera è accogliente e informale, il menù in giapponese in inglese. Per assaggiare tutte le varietà di ravioli del locale la mia scelta è caduta sul 餃子セット, gyoza setto. Dopo poco sono arrivati otto ravioloni fumanti ai gusti di pollo e coriandolo, carote e curry,maiale e funghi, e pollo e zenzero (li ho scritti in ordine di preferenza anche se una volta terminato il piatto ho riordinato i ravioli alle carote e curry, quelli che mi avevano incuriosito di più). Il tutto sorseggiando un ottimo succo all’anguria di produzione del locale per affrontare idratato la calura pomeridiana. Se vi capita di passeggiare al parco e vi viene un languorino, il posto è ottimo per ristorarsi anche per una merenda salata. Fino alle 19:00. 
按田餃子Anda Gyoza, Tokyo, Shibuya Yoyogi Uehara.

Nessun commento: