domenica 7 aprile 2013

Tra i rottami

Era cresciuto in mezzo ai rifiuti ma sapeva di essere diverso da loro. Ricordava che c'era qualcuno con lui nella discarica che si preoccupava di procacciargli il cibo quando era troppo piccolo, che lo teneva stretto al petto nelle notti d'inverno e che gli sussurrava parole di speranza. Poi quel qualcuno da un giorno all'altro se n'era andato. Non sapeva dove ma sarebbe tanto voluto essere con lui. E invece era rimasto lì solo a guardare il cielo stellato in mezzo ai rottami. Quella vita sarebbe continuata così per sempre. Da mangiare non mancava: i camion portavano tonnellate di cibo e si potevano trovare pietanze ancora intatte. Poteva passare intere giornate a solazzarsi con le più squisite leccornie direttamente dalle cucine dei più raffinati ristoranti della città. Non conosceva altro che la fame. Poi un giorno accadde qualcosa di imprevisto. Stava rovistando in un grande sacco trasparente incuriosito da una confezione di cannelloni che spiccava dal fondo ma aveva mancato la presa. Gli era capitata in mano una rivista. L'aveva gettata malamente e si era rimesso a cercare cibo per il pranzo. Una volta terminato di mangiare lo sguardo gli era caduto di nuovo sul giornale. Tra le pagine c'era un inserto pieghevole che si era srotolato con una folata di vento. La vide in tutta la sua bellezza, nonostante la carta si fosse sgualcita per via dell'usura. Non c'era mai stato niente di più meraviglioso nella discarica. Indossava solo un costume da bagno e sorrideva alla camera: mai si sarebbe immaginata di poter finire in un luogo simile, lei pronta per un tuffo in piscina a Beverly Hills dopo lo scatto. Si chiamava Roxane. Quel poster divenne il suo primo amore. Delle persone reali aveva troppa paura... 

Nessun commento: