mercoledì 29 dicembre 2010

La bambina e la pozzanghera- Storia a puntate

Pioveva a dirotto da giorni. Guardavo fuori dalla finestra e speravo che Silvestro, il mio gatto, si fosse rifugiato nella casetta in giardino che gli aveva costruito papà. Non c’era traccia degli altri bambini. Avevo ricevuto in regalo un aquilone colorato proprio il giorno in cui era iniziato a piovere. E’ un gioco che non si può assolutamente fare in casa. “Porta pazienza, a breve il sole tornerà nel cielo” mi diceva papà. E invece era già passata una settimana. Il tempo di leggere un libro oziando sulla poltroncina vicino alla finestra.

Oggi un arcobaleno ha interrotto la pioggia. E mi sono precipitato fuori.

“L’aquilone non si può ancora usare, il terreno è ancora troppo fangoso”, ha detto papà.

“Lo prendo per fargli prendere una boccata d’aria” ho risposto io. Anche gli aquiloni hanno bisogno di passeggiare. Al di là della porta di ingresso mi aspettava una grossa sorpresa.

Nessun commento: