domenica 19 settembre 2010

201


La mia vicina di casa, a quasi un anno dal mio ingresso in questo appartamento ha cominciato a lanciarmi segnali. Parlo della 201. Si perché qui si ragiona per numeri. Sono l’unico ad esporre la propria identità in questa palazzina Leo Palace. Nonostante le pareti siano di cartapesta la gente ci tiene a rimanere anonima qui. Nel mio più totale smarrimento. Se mi manca il sale, me lo vado a comprare e un mio qualsiasi tentativo di approccio, scatenerebbe una reazione che neanche oso immaginare. E così viviamo muro a muro cercando di indovinare le abitudini dello sconosciuto accanto e di intuire i momenti opportuni per uscire in modo da non incrociarlo. Una vera tortura per chi, come me, era abituato ad appendere addirittura le proprie foto sull’uscio di casa. Paese che vai usanze che trovi. Rassegnato, ho cominciato a vivere in modo anonimo. Senonchè in una giornata di pioggia ho deciso di lasciare l’ombrello fuori di casa attaccato al pannello montato per coprire la visuale agli abitanti dell’edificio accanto e permettere il fluire anonimo degli inquilini che tornano stanchi a casa dopo una dura giornata di lavoro. Me compreso. Insomma ho appeso lì l’ombrello e me ne sono dimenticato, a dire la verità. Il giorno dopo uscendo di casa ho avuto una piacevole sorpresa. 201 mi aveva copiato. Effettivamente quel pannello è decisamente inutile e usarlo come appendino non è una brutta idea, avrà pensato. E’ un buon risparmio di spazio, in una casa microscopica che straborda di oggetti. E anche se il tempo è tornato bello, anche oggi gli ombrelli si sono tenuti compagnia fuori dai rispettivi appartamenti. Questa sera sono stato a Yoyogi a giocare a badmington. Al mio ritorno sono stato ancora una volta propositivo nei confronti di 201. Ho appoggiato le mie racchette al pannello. Un chiaro invito per una sfida a due. Non vedo l’ora di sapere cosa mi aspetta domani fuori dalla porta…

3 commenti:

Sou ha detto...

cose semplici e curiose come questa mi fanno sempre un certo effetto :) voglio assolutamente sapere come continua!

gabriele rebagliati ha detto...

Le racchette sono ancora li' in attesa di un volano

Federica ha detto...

e allora? news?